Skip to main content

Anomalie termiche

Le anomalie termiche, i problemi più comuni delle apparecchiature degli impianti solari, riguardano i moduli fotovoltaici e gli inverter. I difetti dei moduli fotovoltaici possono essere fino al 20% inferiori alle loro prestazioni. È molto importante rilevare questi problemi il prima possibile.

Se volete essere sicuri che il vostro impianto fotovoltaico funzioni al massimo delle sue capacità, dovete effettuare un’ispezione approfondita.

L’ispezione con i droni, l’analisi dei dati e un rapporto dettagliato con una mappa di localizzazione delle anomalie rendono il processo di manutenzione molto più efficiente. Si risparmia tempo e si può monitorare il funzionamento dell’impianto fotovoltaico per tutta la sua durata.

L’identificazione di eventuali danni in un impianto fotovoltaico può prevenire gravi perdite di produzione di energia, perdite economiche e possibili incendi.

Le anomalie più comuni sono;

“HOT SPOT” o “CELL”.

È il tipo di danno più comune che si verifica quando una cella del pannello si surriscalda. Nell’immagine termica è visibile come un punto in cui la temperatura è più alta rispetto al resto del pannello. Nella visualizzazione RGB, in alcuni casi è possibile identificare la causa del surriscaldamento.

Classi di anomalie

Per la classificazione in classi di anomalie (CoA), è necessario confrontare i modelli specifici e la temperatura misurata con i campioni delle immagini termografiche e le differenze di temperatura. Non è sempre possibile classificare le anomalie termiche in modo certo con la sola ispezione termografica. In questo caso verranno applicate ulteriori ispezioni appropriate.

Anomalie dei moduli fotovoltaici

Le immagini termiche e le differenze di temperatura risultanti devono sempre essere valutate nel contesto delle condizioni ambientali, del tipo di montaggio e dell’assemblaggio del modulo (modulo vetro-vetro, modulo vetro-foglio, polimeri integrati, ecc.)

Se la classificazione non è possibile senza dubbio dal lato anteriore di un modulo FV, è necessario utilizzare una vista dal lato posteriore o altre tecniche di misurazione.

Anomalie di altri componenti del CSF

L’ispezione dei componenti BOS comprende, ma non solo, cavi, contatti, fusibili, interruttori, inverter e batterie. La classificazione delle anomalie dipende dal componente BOS.

Rapporto di ispezione

  • Il rapporto di ispezione FV deve contenere le seguenti informazioni;
  • nome dell’esperto FV, del termografo e delle persone coinvolte
  • Tipo di sistema di telecamere, compresi marca e modello
  • Giorno e ora dell’esame
  • Luogo dell’esame

Ambito di ispezione in base al contratto;

  • Per designazione del tipo di componenti
  • Efficienza dei moduli fotovoltaici, valore nominale dei componenti BOS
  • Elenco di tutti i componenti ispezionati
  • Montaggio

Condizioni ambientali;

  • Velocità del vento, Bft o m/s e direzione,
  • Copertura nuvolosa, otta e tipo di nuvola,
  • Radiazione nel piano del modulo in W/m2,
  1. Contaminazione del componente con foto come prova (importante soprattutto per i moduli FV).
  2. Descrizione della procedura di ispezione
  3. Elenco dei punti termicamente distinguibili identificati con una descrizione della loro posizione all’interno dell’impianto fotovoltaico, utilizzando almeno 2 delle descrizioni possibili per ogni voce;

Moduli fotovoltaici:

  • Numero di serie
  • Una foto che mostri la posizione del modulo nel campo
  • Coordinate XY, chiara definizione di colonna e riga
  • Marcatura nei documenti del sistema (sequenza o tabella/piano del tetto)
  • Marcatura permanente del modulo in posizione

Altro BOS: numero di serie

  • Contrassegnare il luogo sulla foto IR indicando la posizione dell’apertura nella foto
  • Marcatura permanente del componente sul posto
  • Azioni proposte in base alla classificazione delle anomalie
  • Sintesi dei risultati

Per le anomalie termiche all’interno di un modulo, l’immagine termografica deve mostrare almeno un modulo intero, indicando la posizione della scatola di giunzione e del bordo inferiore all’interno dell’installazione. Per ulteriori chiarimenti è possibile allegare ulteriori immagini termografiche di viste dettagliate.

Per ogni immagine termografica saranno inclusi i seguenti passaggi;

  • Descrizione completa dell’oggetto
  • nome del file, data e ora in cui è stata scattata l’immagine termografica
  • Sistema di telecamere con numero di serie e obiettivo
  • Emissione utilizzata e temperatura registrata
  • Descrizione completa della posizione negli impianti solari che consenta al cliente di identificare chiaramente l’anomalia
  • Fornire una fotografia con risoluzione sufficiente a distinguere visivamente i dettagli dell’immagine termografica quando è necessario un intervento urgente
  • Esami dettagliati, temperature o differenze di temperatura nell’anomalia termica
  • Conclusioni e raccomandazioni per i controlli successivi

Modules with higher efficiency will reach a lower normal operating absolute temperature.

We used machine learning to analyze the data obtained from airborne thermal inspections in SPP systems. Artificial intelligence technology developed with image processing and deep learning techniques obtains the heat distribution data of PV panels with air thermography of photovoltaic systems and detects hot spots on the panels. According to these temperature distributions, it determines the type of failure and thus minimizes the possibility of making mistakes in fault detection.

MapperX analizza i dati minimizzando il margine di errore con algoritmi decisionali di intelligenza artificiale. Stiamo plasmando il futuro con il nostro software di intelligenza artificiale autonoma MapperX, che abbiamo progettato e sviluppato con strutture domestiche al 100%. Puoi consultare il nostro articolo sull’ispezione termica.